[1] Fu presentata per la prima volta nelle festività delle Lenee nel 317 a.C. e valse a Menandro il primo premio. Esempio della Commedia Nuova, il Dyskolos, a differenza di ciò che avveniva nella commedia antica, imposta l'intreccio non più su fatti sociali o politici, ma ambienta l'azione in una dimensione per così dire "borghese" (seppure il protagonista sia un contadino), concentrandosi in particolare su un fatto d'amore (che, perlomeno apparentemente, sembra diventare il soggetto dell'opera, mentre in effetti non è tanto su questo aspetto che l'autore insiste). L'argumentum della commedia fu stilato dal filologo Aristofane di Bisanzio, mentre la didascalia ci permette di sapere, oltre della vittoria alle Lenee, che l'attore protagonista era Aristodemo di Scafe (o Scarfe). Ad un certo punto si viene a conoscenza del fatto che Cnemone nel tentativo di recuperare un'anfora sfuggita alla sua serva, è caduto in un pozzo. Letteratura greca — riassunto, atto per atto, dell'opera del commediografo greco Menandro "Misantropo" Menandro. Function: view, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Il_misantropo_(Menandro)&oldid=110823054, Plangone, forse sorella di Sostrato, che non parla. Il titolo dell'opera allude al brutto carattere del protagonista Cnemone. Misantropo: riassunto. Il misantropo, anche nota col titolo originale di Dyskolos (in greco antico: Δύσκολος, Dýskolos) o come Il burbero o Il bisbetico o Il Selvatico, è una commedia di Menandro, l'unica che ci sia pervenuta pressoché completa (a parte piccole lacune) di tutta la cosiddetta Commedia Nuova dell'antica Grecia. In Italia, alla scoperta del papiro, il filologo classico e papirologo Carlo Diano si accinse immediatamente a darne una ricostruzione filologica che, insieme alla traduzione, avrebbe dovuto essere pubblicata a metà del 1959, ma, per alcuni problemi logistici, fu data alle stampe solo a gennaio del 1960 (Menandro, il Dyskolos, ovvero il Selvatico, testo e traduzione a cura di Carlo Diano, Padova 1960), preceduta nell'ottobre del 1959 dal saggio Note in margine al Dyskolos di Menandro, un saggio sulla ricostruzione filologica del testo, dedicato al grecista tedesco e amico Wolfgang Schmid. Sostrato e Gorgia corrono a salvarlo. <>/ProcSet[/PDF/Text/ImageB/ImageC/ImageI] >>/MediaBox[ 0 0 595.32 841.92] /Contents 4 0 R/Group<>/Tabs/S/StructParents 0>> Il papiro è stato acquistato dal bibliofilo svizzero, Martin Bodmer, e studiato dal professor Victor Martin dell'Accademia di Ginevra. Menandro, Il misantropo, BUR. Avete un avversario temibile: è un intrigante; potrebbe… ALCESTE - Non m’importa. La commedia è messa in moto dal dio Pan, che fa innamorare Sostrato, un ricco ed elegante giovane di città di una ragazza di campagna, figlia di un vecchio misantropo, Cnemone. Il ragazzo si innamora di lei mentre è a caccia. Avviene anche un secondo matrimonio tra la sorella di Sostrato e Gorgia. 1 0 obj %PDF-1.5 endobj Line: 315 Sostrato vuole chiedere in sposa la fanciulla, Gorgia sospetta di ciò, ma l'altro si conquista la sua amicizia, dichiarando la sua intenzione di sposare la ragazza offrendosi di lavorare con il futuro suocero nei campi per conoscerlo meglio. Nel 1957 fu ritrovato un manoscritto su papiro (papiro Bodmer P4) dell'intero testo del Dyskolos, pubblicato due anni dopo. Il misantropo, anche nota col titolo originale di Dyskolos (in greco antico: Δύσκολος, Dýskolos) o come Il burbero o Il bisbetico o Il Selvatico, è una commedia di Menandro, l'unica che ci sia pervenuta pressoché completa (a parte piccole lacune) di tutta la cosiddetta Commedia Nuova dell'antica Grecia. In Italia, alla scoperta del papiro, il filologo classico e papirologo Carlo Diano si accinse immediatamente a darne una ricostruzione filologica che, insieme alla traduzione, avrebbe dovuto essere pubblicata a metà del 1959, ma, per alcuni problemi logistici, fu data alle stampe solo a gennaio del 1960 (Menandro, il Dyskolos, ovvero il Selvatico, testo e traduzione a cura di Carlo Diano, Padova 1960), preceduta nell'ottobre del 1959 dal saggio Note in margine al Dyskolos di Menandro, un saggio sulla ricostruzione filologica del testo, dedicato al grecista tedesco e amico Wolfgang Schmid. [1] Fu presentata per la prima volta nelle festività delle Lenee nel 317 a.C. e valse a Menandro il primo premio. Function: _error_handler, Message: Invalid argument supplied for foreach(), File: /home/ah0ejbmyowku/public_html/application/views/user/popup_modal.php Il misantropo (Le Misanthrope ou l'Atrabilaire amoureux), è una commedia in cinque atti del drammaturgo francese Molière. File: /home/ah0ejbmyowku/public_html/application/views/user/popup_modal.php La moglie, stanca di lui si è trasferita a casa del figlio di primo letto, il serio e laborioso Gorgia, che abita nella casa accanto. stream Fu presentata per la prima volta nelle festività delle Lenee nel 317 a.C. e valse a Menandro il primo premio. ALCESTE - Non muovo un dito. Recensione di “Il misantropo” di Menandro. FILINTO - Ma… ALCESTE - Ebbene, avrò il piacere di perdere la causa. L'argumentum della commedia fu stilato dal filologo Aristofane di Bisanzio, mentre la didascalia ci permette di sapere, oltre della vittoria alle Lenee, che l'attore protagonista era Aristodemo di Scafe (o Scarfe). Function: view, File: /home/ah0ejbmyowku/public_html/index.php Disambiguazione – Se stai cercando la commedia teatrale di Menandro, vedi Il misantropo (Menandro). endobj 4 0 obj Function: _error_handler, File: /home/ah0ejbmyowku/public_html/application/views/page/index.php
Antidolorifico Per Mal Di Piedi, Tanti Auguri Amore Mio Per Il Tuo Compleanno, Tariffe Battello Monte Isola, 9 Febbraio Giornata Mondiale, Dove Mangiare A Nesso, Leone D'oro Chiara Ferragni,